Difendere la ricerca pubblica

[singlepic id=175 w=399 h=266 float=center]

“Dal progresso delle scienze dipende in modo diretto il progresso complessivo del genere umano. Chi frena il primo frena anche il secondo.”

Joahnn Gottlieb Fichte

Di nuovo in piazza, in presidio al Parlamento, per difendere la Ricerca Pubblica, a tentare di salvare il diritto dell’uomo italiano a conoscere e a scoprire, il diritto di a non esser costretto abbandonare la barca per non smettere di progredire.  Possiamo e dobbiamo farcela anche questa volta.

No Bday 2

[singlepic id=172 w=399 h=266 float=center]

“Oggi la nuova resistenza in che cosa consiste. Ecco l’appello ai giovani: di difendere queste posizioni che noi abbiamo conquistato; di difendere la Repubblica e la democrazia. E cioè, oggi ci vuole due qualità a mio avviso cari amici: l’onestà e il coraggio. L’onestà… l’onestà… l’onestà. […] E quindi l’appello che io faccio ai giovani è questo: di cercare di essere onesti, prima di tutto: la politica deve essere fatta con le mani pulite. Se c’è qualche scandalo. Se c’è qualcuno che da’ scandalo; se c’è qualche uomo politico che approfitta della politica per fare i suoi sporchi interessi, deve essere denunciato!”

Sandro Pertini

Per vedere le altre foto della giornata: http://www.facebook.com/album.php?aid=166864&id=1088457546

La rivoluzione impossibile – recensione

[singlepic id=164 w=199 h=319 float=left] Un libro che è una raccolta di documenti riguardanti la nascita e la morte della Nuova Destra italiana. Saggi e articoli di giornale inseriti in un ampio discorso, guidato dalla mano di Marco Tarchi (http://www.unifi.it/dispo/CMpro-v-p-62.html) che riesce a dargli un senso di quasi omogeneità e coerenza, persa nell’artificiosità di molti interventi. Articolisti e movimenti che pensarono di volersi riallacciare all’esperienza del fascismo movimento (argh!), per poi tentare di separarsene, di gettarsi nella metapolitica e di fondare un “gramscismo di destra” (argh!) sfruttando le parole e i termini del “sinistrese”. Un’analisi dell’universo di una destra giovanile schiacciata tra l’autoritarismo del MSI-DN e le spinte “progressiste-conservatrici” dei giovani, mediata tramite il racconto dei tre Campi Hobbit (http://it.wikipedia.org/wiki/Campi_Hobbit) e l’appropriazione, a mio parere indebita, del Signore degli Anelli e del suo mondo immaginario come punto di riferimento per un conservatorismo esistenziale. In realtà nel testo si parla molto poco, dell’opera di Tolkien rimandando alla prefazione di Elémire Zolla per la prima edizione italiana ad opera Rusconi.  Da questa rivoluzione impossibile esce un grande guazzabuglio di idee, spesso poco sostenute, molto abbozzate e dai contorni imprecisi, le cui uniche note di pregio sono rappresentate dalle cornici di Tarchi.

Recensione pubblicata anche su: http://lalibreriaimmaginaria.splinder.com/

È la stampa libera, bellezza!

[singlepic id=122 w=404 h=303 float=center]

“La libertà è come la poesia: non deve avere aggettivi, è libertà.”

Enzo Biagi

Visita la galleria delle foto di Piazza Navona (su facebook):
http://www.facebook.com/album.php?aid=155951&id=1088457546&l=90cfc00293

Visita la galleria delle foto di Piazza Navona (sul blog):
[imagebrowser id=7]

No Bavaglio Day – 1 luglio

[singlepic id=121 w=287 h=406 float=center]

Una grande mobilitazione contro la legge bavaglio per la giornata del primo luglio a Roma, a piazza Navona, e in altre località d’Italia ed estere: un’iniziativa nel segno della Costituzione, per dar voce ai soggetti e ai temi che verrebbero oscurati se passasse un provvedimento che colpisce al tempo stesso il lavoro dei giornalisti e il diritto dei cittadini di conoscere le vicende del Paese.

Guarda gli appuntamenti nella tua città: http://violapost.wordpress.com/no-bavaglio-day-1-luglio/
Guarda la pagina Facebook: http://www.facebook.com/pages/NO-BAVAGLIO-DAY1-LUGLIO-ROMAIO-RESISTO-E-TU/110891572291759?ref=mf