Nuove piattaforme e paradigmi per il calcolo parallelo – Seminario INCA-ABACO

Massimo Bernaschi
Istituto per le Applicazioni del Calcolo “M. Picone”, IAC-CNR.

31 Maggio 2016 ore 16.00
Aula L3
Via della Ricerca Scientifica, 1,
Roma (RM), So.Ge.Ne.

Abstract.incontro31maggio_lowres
Il calcolo parallelo appare come un’idea intuitiva la cui realizzazione pratica ha incontrato, tuttavia, una serie di difficoltà tali per cui è diventato solo di recente uno strumento ampiamente utilizzato dai ricercatori di varie discipline. Attraverso alcuni esempi verranno illustrate le possibilità che il calcolo parallelo offre attualmente e saranno indicate le sfide teoriche e pratiche che il suo ulteriore sviluppo offre nel breve e lungo periodo.

Ulteriori informazioni sul sito del progetto.

Programmazione su schede grafiche (GPU) in CUDA – INCA-ABACO

Terzo Seminario del ciclo INCA-ABACO

GPGPU, noto anche come GPU Computing è l’acronimo di “general purpose computing on graphics processing units”. L’obiettivo del GPGPU è incontro12aprilequello di sfruttare i processori delle schede grafiche (GPUs) per scopi differenti da quelli tradizionali, e.g., rendering di immagini in 3D. Le GPU sono dei dispositivi hardware multi-core ad elevate prestazioni in termini di capacità di calcolo parallelo e trasmissione dati, impiegate come acceleratori per elaborazioni estremamente esigenti per le quali le tradizionali architetture CPU non hanno sufficienti capacità di elaborazione. CUDA è l’architettura di elaborazione in parallelo di NVIDIA che permette di sfruttare la potenza di calcolo delle GPU NVIDIA. Quasi tutte le principali applicazioni video sono accelerate mediante CUDA e l’architettura CUDA è stata accolta con entusiasmo anche nel settore della ricerca scientifica.

Questa presentazione è rivolta a studenti che hanno acquisito una discreta conoscenza della programmazione, in particolare del linguaggio C. L’obiettivo è quello di mettere a disposizione degli studenti gli strumenti di base e l’assistenza necessaria per poter sfruttare la potenza di calcolo delle GPU utilizzando il CUDA. Durante la presentazione verranno presentate alcune applicazioni riguardanti il problema degli N-corpi ed il modello FPU.

Martedì 12 Aprile
Aula 17
So.Ge.Ne. – Via Della Ricerca Scientifica, 1 – Roma

Mathematics for Innovation, INCA-ABACO

Luca Turconi – Moxoff srl.

incontro8marzoblogNon può esserci innovazione senza ricerca, ma non si può chiedere a un ricercatore di ragionare in termini industriali. Moxoff, spinoff del Politecnico di Milano formato da ingegneri specializzati nello sviluppo e nell’applicazione industriale di modelli e algoritmi matematici, è l’anello di congiunzione capace di valorizzare i risultati della ricerca matematca trasformandoli, attraverso un costante trasferimento tecnologico e di know how, in soluzioni innovative utilizzabili in modo affidabile e veloce in ogni settore industriale: dall’industria manifatturiera ai servizi, dall’energia al medicale, dal no profit all’alimentare, fino allo sport.

Primo degli incontri del progetto INCA-ABACO. Tutti gli studenti di corsi di laurea a tema scientifico sono i benvenuti! (ma anche gli umanisti curiosi sono grandemente apprezzati)

Ulteriori informazioni su: http://www.mat.uniroma2.it/~locatell/inca-abaco/

Computer a DNA – D. Shasha e C. Lazere

“Nello scrivere questo libro, abbiamo incontrato una costellazione di idee che potrebbero essere decisive per cambiare il mondo, in meglio. […] Speriamo che le storie di questi avventurieri senza paura piacciano a chi le leggerà quanto a noi è piaciuto scriverle.”

Questo libro raccoglie quattordici interviste a scienziati, classici e atipici, sull’evoluzione del calcolo in senso biologico. [singlepic id=301 w=200 h=300 float=left] Tre parole in una frase che potrebbero risultare più che oscure, tanto più messe l’una accanto all’altra. Il calcolo, l’invenzione o, secondo i vostri gusti filosofici, la scoperta di Leibniz e Newton, la sua implementazione attraverso i metodi informatici; l’evoluzione, la nostra, dei nostri mezzi e delle nostre conoscenze ed, infine, la biologia, una fonte di nuovi paradigmi per l’informatica.

Le interviste contenute in questo libro si muovono in questa ottica, presentando quattordici diverse applicazioni e qualche possibile approccio al problema di superare la tecnologia del silicio, o quantomeno, di integrarla con i meccanismi della biologia. Costruire macchine biologiche, cellule in grado “di fare i conti” e di modificarsi ed agire per noi. Tanto per fare un esempio di quelli entusiasmanti e ancora al di là dal venire, cellule che inserite nella pelle o nell’organismo possano ripararlo, protesi che potremmo definire bio-meccaniche. Sfruttare le nostre conoscenze sulla biologia per costruire algoritmi ispirati ai processi evolutivi, un tipo di programmazione che si dice “genetica”, cioè lo sfruttare il meccanismo dell’evoluzione, piccoli mutamenti casuali, selezione e adattamento, per far sopravvivere i programmi più adatti; per fare di nuovo un esempio, questa volta di una tecnica abbastanza in uso, un programma in grado di assemblare e ricombinare progetti diversi in base a regole di adattamento e a specifiche da garantire, in modo da ottenere il progetto che si avvicini di più all’efficienza massima e che rispetti tutte le regole necessarie.

Una serie di scenari veramente molto interessanti e che sembrano essere piuttosto promettenti. La grossa pecca del libro è probabilmente proprio nella forma, una raccolta di interviste e di dialoghi con gli scienziati che lavorano a questi progetti, interessanti e di semplice comprensione, ma molto poco approfondite nel senso delle idee, più che raccontare l’idea in sé si preoccupano di raccontare l’idea dell’idea e le sue possibili ricadute. Qualche dettaglio in più avrebbe sicuramente aiutato. In definitiva, da leggere: ni.

Recensione pubblicata anche su: http://lalibreriaimmaginaria.splinder.com/.

Io ♥ il Software Libero

[singlepic id=247 w=400 h=67 float=center]

Elenco, parziale e non esaustivo, di buon software libero per la Matematica e le Scienze:

  • Gnuplot, grafici, diagrammi, interpolazione e trattamento dati;
  • Maxima, a computer algebra system;
  • Geogebra, software libero per l’apprendimento e l’insegnamento della matematica;
  • Celestia, simulatore dello spazio libero, una guida per andare a spasso tra le stelle;
  • Latex – CTAN, come scrivere di matematica e di scienze in modo semplice, elegante e tipograficamente corretto.

Questo è solo un piccolo assaggio di un universo libero tutto da scoprire ed esplorare, innamoratevene!

Sito dell’iniziativa: http://fsfe.org/campaigns/valentine/2011/valentine-2011