Deficients & Dragons vol. 3, Avventura al castello! – Recensione

[singlepic id=180 w=200 h=310 float=left] Questa volta non recensisco un libro, ma bensì un fumetto. Una brillante parodia del gioco di ruolo Dungeons And Dragons di Emanuele Tonini. Per quelli che non conoscessero il gioco di ruolo una definizione breve può essere: un gioco in cui un giocatore, detto Master o Narratore, costruisce una storia in cui gli altri giocatori interagiscono attraverso i loro personaggi. Una versione piuttosto elaborata del “Facciamo finta che …”. Per chi, inoltre, non sapesse cos’è Dungeons And Dragons, dico che è un gioco di ruolo con ambientazione Fantasy, in cui, in genere, si interpretano degli avventurieri a caccia di tesori e gloria. Date le dovute spiegazioni, posso ora parlare  del fumetto in questione. Il fumetto, diviso in tre parti, racconta, nella prima, una strampalata avventura di una compagnia di avventurieri, in cui fanno la loro comparsa lo sfortunato ladro Akkacielle, il mago imbranato e pasticcione Diossina e il prode nano Luppolo e il senza macchia, quanto senza cervello, Ser Roderik. Nella seconda una raccolta di brevi strisce su una compagnia di cattivoni e nella terza la conclusione di una storia online, perché parte di queste strisce sono pubblicate dallo stesso autore su http://www.shockdom.com/deficientsanddragons/.  Il disegno è accattivante e i personaggi ben caratterizzati, se poi, nella vostra vita, avete giocato qualche volta a D&D, non potrete fare a meno di ricordare le vostre sessioni di gioco più deliranti. Insomma, una piccola perla di una trentina di tavole, che, per allentare letture più serie, è da tenere in considerazione.

Recensione pubblicata anche su: http://lalibreriaimmaginaria.splinder.com/.