Corti Cinema America – Spettacolo Teatrale

Ma   se   l’illusione   comica   è   un’illusione   di sogno, se la logica del comico è la logica dei sogni,   si   possono   trovare   nella   logica   del risibile tutte le particolarità della logica del sogno.

Bergson, Il Riso

[singlepic id=470 w=420 h=594 float=center]

Note al Margine.

La nostra scelta per queste tre serate è stata quella di un percorso eclettico sul tema della commedia e della risata. Nell’ottica dell’esplorare in ampiezza le possibilità del genere abbiamo costruito questi tre spettacoli, unità fluide di forme esteriori e temi apparenti che si ricongiungono nell’uso strumentale della risata come ponte verso altre isole di significato.

Vogliamo suonare, nonché farci suonare, dallo strumento comico per portare in “piena luce una profonda verità […] che ci è velata dalle necessità della vita.” (Bergson, Il Riso). Toccare e sollevare questo velo, nella brevità di un corto e nel frizzo di una filastrocca, dalla varietà dei tipi umani. Svelare quei meccanismi e quegli automatismi che il genere comico esalta. Infrangere i luoghi comuni, le convenzioni, tutto questo per gettare uno sguardo su ciò che di solito si vuole sia negato e nascosto.

Il riso amaro che suscita chi, non riconoscendo la propria solitudine, si ammanta di una cattiveria di facciata per giustificare il suo abbandono. L’ironia liberatoria di chi, avendo vissuto una vita nelle regole imposte dal perbenismo, se ne libera e riscopre la propria autenticità. Lo sguardo fiero e il tono sarcastico di chi, avendo vissuto la sua vita al di fuori della società, alla fine, se ne riconosce parte inscindibile e necessaria opposizione. La risata come lancio per le proprie rivendicazioni e come mezzo di denuncia. Tutto questo e qualcos’altro con la possibilità di osservarne l’indipendenza dai confini geografici e temporali, spaziando dall’America alla Russia passando per l’Italia.

Insomma, vogliamo provare a risolvere, insieme a voi, la frammentazione del reale in una sintesi dialettica di risate e riscoperte. Ovvero vogliamo riconoscere, di nuovo con Bergson, che “il riso ha precisamente il compito di reprimere tutte le <<tendenze separatiste>>. Il suo dovere è di piegare la rigidezza in arrendevolezza, di riattaccare il singolo al tutto, infine di arrotondare dappertutto gli angoli.”.

Recitano:

Lucrezia Coletti
Daniele Fabbri
Emanuela Larosa
Martina Malfitana
Edoardo Massa

Tecnici:

Scene, costumi e trucco: Eleonora Casciani
Luci, audio e grafica: Fabio Durastante

Dove e Quando:

Cinema America Occupato, Via Natale del Grande 6, Roma (vedi mappa qui)
Giovedì 11 Aprile 2013 – ore 19.00
Venerdì 10 Maggio 2013 – ore 21.00
Venerdì 31 Maggio 2013 – ore 21.00

Link:

Evento Facebook: http://goo.gl/8BPyH
Evento Google+: http://goo.gl/4WOAp
America Occupato: http://www.americaoccupato.org/

Materiale:

Scarica la locandina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.