I Volti della Follia – Fuga dalla quotidianità – 27 Maggio 2011

Vi aspettiamo il 27 Aprile 2011 alle ore 21.00 presso il teatro La Casetta sito in Via Federico Borromeo, 75 – Roma. Andremo in scena con lo spettacolo “Fuga dalla Quotidianità” una raccolta di monologhi di autori vari. Recitano: Marta Lapiana, “L’Orologio” di Dino Buzzati, Lucrezia Coletti “La Quercia del Tasso” di Achille Campanile, Martina Malfitana, “Santo Cielo” di un Anonimo, Emanuela Larosa, “La Topastra” di S. Benni, Edoardo Massa e Claudio Di Biaggio con una raccolta di versi e poesie da Trilussa. Trucco, scenografie e costumi di Eleonora Casciani. Audio e Luci di Fabio Durastante.

[singlepic id=275 w=285 h=404 float=center]

I Volti della Follia

Un itinerario teatrale fra le pieghe della mente, una ricerca dei legami che intercorrono tra realtà e immaginazione. Un frizzante viaggio in tre spettacoli sulle orme di Erasmo da Rotterdam per scoprire il fecondo rapporto tra Vita e Follia, per indagare il mondo attraverso la finzione, la maschera e il riso. Il percorso si snoderà partendo dall’Elogio, verso il teatro dell’assurdo di Pinter e il teatro di una quotidianità in fuga da se stessa; quotidianità che in un impeto di normalizzazione ha perso la sua essenza, che ridendo, con un po’ di follia, immaginazione e abbandono riprenderà.

Fabio Durastante

Link e informazioni:

Evento su Facebook.
Pagine Facebook degli ZappAttori.
Sito Web degli ZappAttori.
Scarica la locandina.

4 pensieri riguardo “I Volti della Follia – Fuga dalla quotidianità – 27 Maggio 2011”

  1. Mille grazie! Di essere venuta e dei complimenti =) La prossima volta, se decidi che ci sarà una prossima volta, fatti riconoscere però, così ci salutiamo di persona 😉

  2. Volevo farmi riconoscere ma il mio ragazzo (ovvero il tuo ex insegnante ECDL, Daniele!) è un cafone e non mi ha presentata!! U_U

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.